• Cronache della Sovranità Italica

    by  • 28 Maggio 2015 • Sovranità individuale, Sovranità Popolare • 6 Comments

    Ave Sovrani e non,

    sono state molte le critiche mosse verso l’auto determinazione: gli auto determinati sono stramboidi? È questo che vogliono che si pensi? Certo! Farebbe molto comodo a chi governa spietatamente questo e altri paesi! Sarebbe un grande vantaggio poter considerare un folle chi si oppone al colonialismo indiscriminato, mettergli una camicia di forza e stordirlo con veleni psicotropi così da farlo tacere; e siccome questa è una circostanza da evitare, per questo in molti si chiedono se i metodi che vengono detti  “sovrani-indipendentisti” sono validi, per questo talvolta sono stati contestati e non sempre secondo ragione logica e merito giuridico; lo stesso sito "No Censura" ha pubblicato alcuni articoli dove critica la Sovranità Individuale e i princìpi che utilizzano alcuni individui appartenenti a movimenti-gruppi che si stanno coalizzando per ricercare una soluzione alla schiavitù da cittadino; io per esperienza li conosco quasi tutti, ci sono alcuni che fanno parte di Oppt o altri gruppi che ne sono discesi e altri simili,  altri che sono sbucati fuori dopo le informazioni che sono state divulgate da Italo Cillo nel suo ormai celebre podcast "Tempo di Cambiare" ma dimenticando quanto lavoro è stato già fatto da quanti hanno partecipato e partecipano tutt’ora alla comunità di "Tempo di Cambiare", noi stessi siamo suoi affezionatissimi

    L'autore di "No Censura" stesso mi ha chiesto un confronto dopo aver ricevuto alcune segnalazioni da parte di alcuni dei suoi lettori che sono a conoscenza del nostro sito e della mia storia da auto determinato individuale ed essendo questo uno degli articoli più controversi e impegnativi che io abbia mai scritto, per parlare di questi argomenti in modo dettagliato ho dovuto suddividere i punti principali in capitoli e di ogni capitolo ne farò un articolo che pubblicherò ogni 15 giorni (se ci riesco) di cui farò un video audio; quelli che seguono sono i titoli che avranno i capitoli

    1) Premessa

    2) Fondamenti della Sovranità Individuale

    3) Risposta a Raffaele di No Censura

    4) I fatti che avvalorano i nostri fondamenti giuridici (PMT)

    5) La VERA storia della Sovranità Individuale in italia

    6) I metodi che riteniamo essere pericolosi e motivazioni

    7) Le attuali soluzioni

    (riservandomi di cambiare titolo o numero di capitoli se necessario)

    Premessa

    Avendo vissuto in prima “persona” la storia della Sovranità Individuale in italia ed avendo vissuto sulla mia pelle molti episodi di Sovranità applicata devo, a chi legge questo sito, dare la mia testimonianza diretta

    Questo articolo è necessario poiché avendo capito da un pezzo il principio di silenzio-assenso, non posso restare zitto mentre ricevo innumerevoli chiamate e segnalazioni di emergenze da fratelli che si buttano con coraggio in situazioni che ritengo essere pericolose creando troppi precedenti negativi, precedenti che danno il pretesto per attuare protocolli già estremamente pericolosi per tutti, in special modo per chi non ha alle spalle un Gruppo esperto che corra in suo soccorso, un Gruppo che sia pratico di questioni di diplomazia, infatti chi spesso non viene compreso dagli agenti ne paga a sue spese nel caso resti da solo durante un atto di indipendenza

    Dunque sono tenuto a fare chiarezza perché noi non possiamo aiutare tutti e mi dispiace troppo quando ricevo una chiamata di soccorso di questo genere non poterci far nulla perché abbiamo un organico esiguo e perché non siamo in tanti a essere in grado di fare quello che facciamo attraverso la Fondazione Mahat-Bonifacio, ossia innescare un Pronto Intervento in caso di violazione dei Diritti di un qualunque Individuo che voglia proclamarsi indipendente;

    non è mia intenzione fare una contestazione fine a se stessa, né voglio criticare il lavoro di nessuno; ogni uomo o donna che muove i suoi passi verso libertà e il riconoscimento dei suoi ed altrui Diritti fondamentali, è un essere speciale ed io lo apprezzo molto, come apprezzo chiunque cerchi il perfezionamento di tali strumenti di Diritto e ne contesti alcuni metodi e fondamenti che in effetti anche io trovo essere imperfetti, inefficaci e in alcuni casi addirittura peggiorativi, infatti, come mi hanno suggerito da molto tempo, devo oggi fare una distinzione tra l’iter legale che sappiamo essere corretto e quello che consideriamo avere in sé dei bugs  e dunque è da noi sconsigliato e quale tra i tanti gruppi sta lavorando per ottenere un effetto ultimo per il bene comune e per la VERA libertà e quale invece ripropone atteggiamenti da branco feroce e pone basi assolutistiche contro logica;

    chi mente sapendo di mentire o, in altri casi, chi non ha approfondito il senso ultimo di ciò che fa e propone, conducendo così chi lo imita a mettersi in una condizione peggiore di quella in cui era in precedenza, ossia prima di fare il suo atto di indipendenza;

    c'è chi ancora ha creduto di usare uno "strumento efficace" per risolvere controversie civili e penali, senza però ottenere risultati e sprecando così energie preziose, perché si è affidato a documenti pubblicati e mai testati;

    a chi legge  questo sito e conosce queste tematiche sembrerebbe impossibile che chiunque possa in qualunque modo, peggiorare l'attuale condizione di cittadino-schiavo nelle quali vive ogni uomo inconsapevole di esserlo, e in vece è ciò che succede allegramente ad esempio con la legale rappresentanza... indipendentisti che invece di rappresentare gli individui liberi che dovrebbero essere, rappresentano le loro stesse catene... super schiavi? individui che credono di essere liberi ma sono ancora più legati di prima... il gioco si ripete ma in maniera ancor più subdola

    infatti c'è chi crede di essere indipendente perché ha usato tecnicismi machiavellici e per questo pensa di essere libero dalla repubblica italiana quando invece inscrive comunque i propri figli all’anagrafe italiana stessa, li proclama Indipendenti supponendo che lo siano,  non considerando invece che, così facendo, non solo iscrivono volontariamente, non  una persona giuridica, ma l'individuo fisico, riassumendo così nuovamente il ruolo che da sempre ha ogni CITTADINO italiano, ossia: ogni Individuo fisico è il "rappresentante legale" di una PERSONA giuridica; questo è quello che è ogni CITTADINO italiano ...e senza proclamarsi "legale rappresentante" visto che lo è sempre stato

    un altra trappola è quella di credere che se si registra il nome in lettere ninuscole si risolva il problema... dimenticando che lo stesso nome porta così anche un numero e un marchio della repubblica italiana... credi che gli eroi di un tempo si sarebbero comportati così?  avrebbero evitato di farsi marchiare sulla casacca in cambio di un marchio sulla pelle? se pur in modo figurato basta poco per accordare il consenso a predatori sociali senza scrupoli

    Il mio primo atto "Pubblico" di Sovranità applicata l'ho fatto nel 2012  rifiutando il contratto (carta di identità) parlando da uomo e non da rappresentante legale di un numero di identità...

    Ovvio, ma a quanto pare non per tutti, che questi gruppi creano uno schiavo ad un altro livello
    C'è molta confusione, molta confusione è voluta, e sembra che il sistema abbia già creato un altro strato di schiavitù basato sull’irrazionalità di chi parla ancora una volta sulla base delle credenze, identificandosi nei suoi tecnicismi e crogiolandosi in un’altra illusione di libertà, dimenticando così che quando si parla da Indipendente non lo si fa attraverso un trust, attraverso le proprie catene, ma si parla da Individuo Libero; altrimenti non sei un Uomo, sei solo un "legale rappresentante" di un numero, dipendi ancora da quel numero, continui a dare forza a quel numero, continui a creare nuovi numeri, nuovi schiavi, nuovi super-indipendenti-finti

    Supporre che questo sia un semplice errore di valutazione è molto pericoloso poiché nasconde chi mente sfacciatamente sapendo di mentire e lo fa in modo seriale e strategico

    Questo accade perché i molti "avventori della Sovranità" non approfondiscono quello in cui si imbattono; costoro sono "portati a pensare" che chiunque parli di Sovranità o Indipendenza o qualunque altro argomento correlato, esprima la stessa cosa e che tutti i gruppi siano d’accordo l’un l’altro e che, insieme, si appellino allo stesso fondamento…
    questo NON è assolutamente vero!

    La confusione è stata sempre una "buona" tecnica per nascondere trappole ben strutturate… ne consegue che in molti hanno in testa una insalata mista di nozioni sparse che creano confusione rendendo tutto difficile e intricato e occultando alcune sottili differenze essenziali per chi vuole davvero spezzare le proprie catene...

    Tali differenze sono molto importanti per chi davvero vuol essere Libero ed Erede della Terra su cui poggia i piedi (ovviamente a condizione di prendersene cura e vivendo rispettando la Legge di Coscienza)

    Questo articolo e-book vuole essere una guida per il Viaggiatore verso la Libertà, un “Viaggiatore del Tempo”, perché è un viaggio nel tempo che si deve compiere per essere Indipendente e Libero, bisogna ricordare e ritornare….

    Molti gruppi risultano essere, per l’effetto di ciò che fanno, una iniezione di amnesia auto-inoculata direttamente nella loro Coscienza;

    e visto che la Coscienza è per me un bene inestimabile da difendere e non interessandomi i motivi ed i fini del fatto che alcuni gruppi dividono più di riunire,  è ormai tempo di dissociarmi ufficialmente da certi metodi e tecnicismi malsani, così che chi segue questo sito abbia un quadro quanto più chiaro possibile e affinchè si capisca bene la mia posizione in merito, visto che non apprezzo chi non prende una posizione chiara e si assume le responsabilità di ciò che dice (segnaleremo alla fine del capitolo ultimo quali sono i Gruppi da noi consigliati)

    Se pur sapevamo sin dall’inizio di questo Cammino indipendentista che sarebbe accaduto qualcosa di imprevedibile per rallentarci, non sapevamo quando e cosa sarebbe arrivato a confondere ancora di più le acque; neppure noi avevamo ben capito cosa stava succedendo quando, dopo Tempo di Cambiare, sono nati certi gruppi, che tra l'altro sembravano omettere volontar iamente l'esistenza di quello che noi avevamo già provato a fare (di questo parleremo specificatamente in seguito) anticipando che:

    quando si cammina su certi sentieri è possibile che si cada in percorsi già previsti da chi ha interessi affinchè non sia possibile uscire dal labirinto della schiavitù... in altre parole è logico che, in reazione alla Dichiarazione di nuovi Uomini Liberi, nascano in contrapposizione tanti gruppi "salva sistema" appositamente generati per intorbidire ancor di più le acque di chi si immerge in tali tematiche, poiché molti si lasciano trasportare da ciò in cui credono, non tanto da ciò che stanno facendo, e la causa di certe situazioni talvolta è sicuramente la buona fede, mal riposta, in chi parla non sapendo di non sapere

    Per troppo tempo ho presupposto che gli Individui capissero da soli ma, anche io come tanti, grazie alle dichiarazioni di qualcun altro ho avuto ispirazione e direzione, ho capito che oggi la direzione fondamentale è stata “per me” visibilmente distorta ed io, che sono stato tra i primi in Italia ad applicare la “Sovranità Individuale” facendo fatti più che parole o conferenze, non posso restare ancora in silenzio, data la mia esperienza pratica in merito a tantissimi aspetti della Sovranità applicata e affinché ciò possa essere di una qualche utilità per chiunque devo, a chi mi segue e chi ricerca la verità, esprimere ciò che sento essere, fino a prova contraria, il principio di liberazione e il percorso legale corretto per la riappropriazione della Sovranità Individuale-Popolare-Territoriale

    Invitando chiunque voglia intervenire a farlo con un approccio onorevole,  se ritiene che si possa migliorare, completare o contestare, quanto già esposto o quanto esporrò di seguito, premetto che il senso dell’intervento sarà considerato se risulterà pertinente e ancor di più se il contenuto dell’intervento dimostrerà di contenere in sé un valore intrinseco universale,  valido per tutti, arricchendo i prossimi capitoli insieme; la Sovranità Individuale per essere considerata valida deve corrispondere alla sostanza con la quale si crea la sovranità popolare perfetta, altrimenti è un altro dividersi e lasciarsi governare;  chi mi conosce sa che questo io non lo posso accettare!

    L'articolo continua... nel nuovo capitolo che sarà pubblicato entro due settimane da questa stessa pubblicazione

    Mahat

    About